giovedì 2 febbraio 2012

La Manioca


Dillo con...la Manioca!
La manioca (Manihot esculenta), chiamata anche yuca o yucca e casava o cassava, è un arbusto legnoso originario del Sud America.
Per la sua conservabilità sotto terra, per le scarse cure richieste dalla sua coltivazione e per il notevole valore nutrizionale delle sue radici, la manioca si è diffusa nell’America centrale e nell’ Africa subsahariana.
Le radici della manioca rappresentano ora la terza fonte di carboidrati per l'alimentazione umana nel mondo. Questa viene preparata e cucinata in moltissimi diversi modi e; tra l'altro, se ne ricava una fecola nota come tapioca.
La radice di manioca è lunga e si assottiglia a una estremità, come una carota; contiene una polpa dura, bianca o giallastra, racchiusa in una scorza spessa pochi millimetri, ruvida e marrone. Un cordone legnoso corre lungo l'asse del tubero.
La radice della manioca è ricca di proteine e carboidrati e ha ottime capacità digestive. Contiene considerevoli quantità di vitamina C e di fibre. E’ quindi adatta alla fase della crescita e molto indicata per agli sportivi.
Fino a qualche anno fa, la manioca non era troppo nota in Italia, tanto che io la scoprii in un ristorante cubano…e non l’ho più dimenticata! Con mia estrema gioia, ora riesco a trovarla, senza troppa difficoltà, al mercato rionale e in qualche supermercato. Se al banco dei cibi esotici, tra papaia e mango, vedete una lunga radice marrone scuro, non lasciatevela scappare…perché è buonissima e semplice da cucinare.

Pulire la Manioca:
La manioca che trovate nei mercati o nei supermercati è generalmente coperta da un sottile strato di paraffina, che serve a conservarne la freschezza.

Pulire la manioca è piuttosto semplice. Vi basterà privarla delle due estremità, tagliarla in pezzi di lunghi circa 7-8 cm e toglierle la buccia,

eliminando tutti gli strati che la compongono (la paraffina esterna, la scorza marrone e la pellicola rossastra sotto la scorza). Fate attenzione che la manioca sia completamente bianca. Non devono esserci ramificazioni giallastre o macchie nere.

Una volta pulita, lavate la manioca sotto l’acqua corrente.

Preparare la Manioca:
Gettate i pezzi di manioca in abbondante acqua bollente per un’ora o più (potete usare la pentola a pressione per circa 15-20 minuti).
Capirete che la manioca è quasi pronta quando comincerà a spaccarsi. Infilate i rebbi di una forchetta per assicurarvi che la cottura sia completa (assaggiate, considerando che la consistenza somiglia a quella di una patata molto compatta).

Una volta cotta scolatela, tagliate ogni pezzo a metà nel senso della lunghezza e togliete il filamento fibroso centrale. Si può consumare così, come una patata bollita, oppure friggerla per ottenere un contorno croccante o miscelarla, dopo averla ridotta a purea, per la preparazione di dolci.

Ricette con la Manioca:
Stampa il post

10 commenti:

  1. Ciao, t'è mancato aggiungere che se i fili del mezzo li togli prima di lessarla, la manioca sarà meno amarognola al palato e un secondo coniglio, per farla a purè non mettetela mai nel robò da cucina, schiacciarla sempre con la forchetta o lo schiaccia patate altrimenti vi troverete un composto nel robò che è come la colla!!! :) spero di aver dato consigli graditi. (quella del robò è successa a me e per poco non lo rompo...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che consigli preziosi! Aggiornerò il post con le tue indicazioni...GRAAAAAAZIE!!!!

      Elimina
  2. Ah dimenticavo, Lessarla SEMPRE, perchè cruda la radice è velenosa dato che è ricca di acido cianidrico, che però va via con la bollitura. in Venezuela è molto usata, se guardi nel mio blog c'è qualche ricettina base (a me piace un monte fritta a bastoncini tipo patatine... ) e non solo con la manioca ma ci sono altre radici buonissime come l'ocumo oppure il taro, alcune si trovano nelle botteghine indiane, tipo io a Firenze trovo di tutto xchè ce ne sono un monte.
    spero di esserti stata d'aiuto

    RispondiElimina
  3. Ciao! Ho trovato per caso il tuo blog, alla ricerca di info sulla manioca. Sei stata molto chiara e dettagliata. Da oggi ti seguirò volentieri, se ti va passa a trovarmi!

    RispondiElimina
  4. L ho acquistata per la prima volta ritengo i tuoi consigli utilissimi grazie!!

    RispondiElimina
  5. L ho acquistata per la prima volta ritengo i tuoi consigli utilissimi grazie!!

    RispondiElimina
  6. Io faccio una sopa molto gustosa con manioca platanos late di cocco e molluschi e crostacei

    RispondiElimina
  7. ragazzi! si può cucinare al vapore?

    RispondiElimina
  8. qualcuno puo' dirmi come mai non deve avere ramificazioni nere o gialle? perché io la mangiai una volta a casa di una mia amica, che è afro cubana, l'ho comprata e ho visto che aveva una piccola parte con delle ramificazioni nere, ho chiesto a lei e mi ha detto che e meglio non consumarla, non mi ha saputo spiegare il perché, mi ha solo che detto che sua mamma gli ha sempre detto così, io oviemente anche se era solo un pezzettino con sta ramificazione e il resto no per sicurezza lo gettata tutta.

    RispondiElimina