venerdì 16 settembre 2011

I funghi


Dillo con...i funghi!
Nel nostro Paese ne esistono 3000 tipi diversi… anche se quelli che si possono mangiare tranquillamente sono poco più di cento. Cominciano a comparire nei mercati in questo periodo. Si chiamano: chiodini, champignon, finferli, cantarello, boleto…
Sì sono loro:..i funghi!
Trifolati, nel sugo, nei risotti, nelle salse…ovunque…cotti o crudi, sono la delizia dei buongustai e la gioia di chi cucina.
Col loro gusto e il loro profumo non hanno bisogno di ricette elaborate o particolari preparazioni per dare un tocco in più a carne, pesce, cacciagione…
Ma non sono solo buoni!
Dal punto di vista nutritivo sono apprezzabili per l’apporto di fibra vegetale, per il contenuto di: proteine, vitamine del gruppo B, vitamina D, vitamina A, numerosi minerali come ferro, rame, manganese, fosforo e acidi grassi polinsaturi.
I funghi sono composti per il 90% d’acqua, quindi il loro apporto calorico è molto basso(è pari a quello dell’insalata). I funghi sono perciò preziosi nelle diete ipocaloriche poiché, a fronte di pochissime calorie (100gr di funghi apportano circa 25 Kcal) i funghi danno ai piatti sapore e consistenza facilitando la riduzione di condimenti e di grassi.
I funghi sono consigliati a tutti, perché aiutano il sistema immunitario. Sono quindi un ottimo strumento di prevenzione delle malattie.
E, anche se un po’ difficili da digerire, i funghi sono anche lassativi, antibiotici e, si narra, persino afrodisiaci.
L’unico punto debole del fungo è la sua conservazione.
Il fungo è un alimento molto delicato. Dopo essere stati raccolti, i funghi andrebbero puliti sotto l’acqua corrente fredda e cotti in giornata, ma questo non sempre è possibile. Possono essere conservati nella parte meno fredda del frigorifero, in sacchetti di carta o, ancora meglio, stesi su un vassoio e ben distanziati, per 1-2 giorni. Se vogliamo conservarli più a lungo il modo migliore è congelarli. Dopo averli saltati in padella con un po’ d’olio, aglio e una spruzzata di vino bianco riponeteli nel congelatore. Potrete usarli quando volete, senza farli scongelare preventivamente.
Allora? Fate incetta…che questo è il momento migliore!
Stampa il post

2 commenti:

  1. Interessante anche questo blog.
    Grazie per lo scambio link, l'ho fatto anch'io su entrambi i miei blog.
    Ciao

    RispondiElimina